lunedì 15 dicembre 2014

Le Jimmy Choo di Vittoria

Sono sul marciapiede e aspetto mia sorella (come al solito in ritardo), perchè abbiamo un appuntamento con delle amiche di vecchia data.
E' molto tempo che non le vediamo, quindi ci teniamo al nostro aspetto e ci siamo vestite adeguatamente per l'occasione.

Vista la mia altezza e la mia stazza difficilmente indosso scarpe con i tacchi alti, anche perchè non sono in grado di camminarci. Sarà forse l'età o la pigrizia anche questa volta, ho messo delle ballerine.
Da lontano nel chiaroscuro della notte, intravedo Vittoria che con un andamento claudicante,  viene verso di me.

Non capisco perchè mia sorella cammini in questo malo modo e aspetto che si avvicini per domandarglielo, infatti, appena a portata di voce, faccio la domanda:
"Cosa ti è successo??? Perchè cammini così??"
"Ho le scarpe nuove, per giunta tacco dodici....con la mia leggiadria...come vuoi che cammini????
Semplicemente arranco!!!"
Così, ci siamo avviate verso il luogo dell'appuntamento lentamente a passo di lumaca, per tutto il tragitto l'ho rimproverata per aver indossato questo maledetto paio di scarpe di.....indovinate un pò? JIMMY CHOO

Arrivate davanti al locale, vediamo le nostre amiche, che ci accolgono come al solito calorosamente, profondendosi in mille complimenti per il nostro aspetto ma,soprattutto per le scarpe di Vittoria!
Chiaramente sono una vera calamita, per qualsiasi donna degna di questo nome!
In  quel preciso momento mia sorella inciampa su un piccolo avvallamento del terreno, fa due passetti in avanti e cade rovinosamenente ai miei piedi!

Argggggghhhh!!!! Le maledette Jimmy Choo si sono rivelate per quel che sono, da calamita a calamità!
In cuor mio speravo che non si fosse fatta nulla, se non la piccola sbucciatura sul ginocchio destro che si intravedeva tra le calze smagliate....ma non è stato così!!!

La sua caviglia si è cominciata a gonfiare a vista d'occhio e quindi, ho deciso di trasportarla in macchina al pronto soccorso!
Immaginate Vittoria, come una balena spiaggiata con questa caviglia dolorante che cerca di entrare sulla mia auto e poggiare con estrema pesantezza le sue terga sul sedile della mia utilitaria!
Un'avventura....non da poco, con la preoccupazione dell'uscita in solitaria davanti al pronto soccorso!

Finalmente la faccio accomodare scalza su una sedia a rotelle e la porto dall'infermiera di turno, la quale oltre alle generalità le chiede come si è fatta male.
Vittoria con la sua solita nonchalance risponde:
" Beh! sono caduta da un tacco dodici....Jimmy Choo...naturalmente!"

Come fosse la domanda più idiota del mondo e
guardando l'infermiera in malo modo!
Come devo fare con Vittoria...ha pure intavolato una discussione con tutte le donne che si trovavano al pronto soccorso, sostenendo che una donna non è una donna, se in vita sua non ha mai indossato un paio di Jimmy Choo!!!!!
Allora....IO NON SONO UNA DONNA! Aiutoooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!

3 commenti:

  1. Nemmeno io non sono una donna allora!!!! Ahahahahahahahhaha povera Vittoria....tutte a lei capitano!!! :D

    RispondiElimina
  2. Cara Candy.....con Vittoria non si può mai stare tranquilli, ne sa una più del diavolo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahahaha almeno non ti annoi mai!!! :D

      Elimina