lunedì 31 dicembre 2012

Buon 2013!!

Con questo micro-post auguro a tutti un bellissimo e felicissimo Anno Nuovo, che la serenità vi accompagni ovunque voi andiate...Baci a tutti!!!!!

                                             GIOIA

                      BUON ANNO !!!!!

giovedì 27 dicembre 2012

Una giornata normale

"E dai sbrigati" mi dice Vittoria perchè stiamo facendo tardi per andare a vedere la recita di mia figlia.
Io sono appena uscita dalla doccia gocciolante dalla testa ai piedi, e lei sulla porta del bagno mi rimprovera accigliata, anche perchè sa che la mia pargoletta vuole la massima puntualità, pena una lagna mostruosa che si potrebbe potrarre per giorni e giorni.

Vittoria è consapevole del bel caratterino della sua nipotina, quindi mi pungola per farmi affrettare.
IO però non sono in ritardo perchè mi sono trastullata tutta la mattina ma perchè, come ogni mamma che si rispetti ho corso come una pazza scatenata tutto il tempo.
Infatti ho comprato gli ultimi regali di Natale, ho fatto un pò di spesa (tanto da non far morire di fame i miei figli), sono andata dal dottore perchè era l'ultimo giorno utile per ritirare le ricette prima delle feste....insomma mi sono data da fare!

Purtroppo però in questi giorni fa veramente freddo e tra una corsa e l'altra non sono riuscita ad andare
in bagno....perchè vi racconto questo?
Beh!! perchè appena scesa dalla macchina andando verso casa, trascinando le buste della spesa stracariche,
ho inziato a sentire un bisognino impellente!
Fin qui niente di strano, se non fosse che il bisognino nei pochi metri che mi separavano dal cancello di casa
è diventato urgentissimoissimo!

Immaginatemi con quattro buste cariche, la borsa appesa ad una spalla che tendeva a scendere le chiavi di casa tra i denti e le gambe chiuse ad X per non farmela sotto!!
UN INCUBO!!! Però sono bravissima la trattengo e riesco anche a salire le scale....
Ma davanti alla porta sento un rivolo caldo che mi scende sulla gamba destra, così involontariamente, senza che io abbia impartito l'ordine!!!
MA CHE CAVOLO! Sono diventata incontinente?????

A quel punto corro al bagno mollando anche i surgelati sul pavimento, lasciando una piccola scia !!
Povera me e ora che faccio?
Decido per una doccia al volo, anche perchè devo andare alla recitaaaa!!!

In quel momento arriva Vittoria e quando apro la porta per farla entrare, pensa di aver sbagliato casa!
Infatti trova la spesa sul pavimento tutta sparpagliata e " LA SCIA" che attraversa tutta la sala!
Al suo sguardo interrogativo, le grido letteralmente di non fare domande e di mettere a posto la spesa!
Ora è lì che mi guarda, dopo aver pulito, aspettando una spiegazione.

Intanto per fare in fretta accendo l'asciugacapelli al massimo della potenza...e lei è sempre lì che mi osserva,
mentre penso che devo asciugarmi in un baleno, reclino la testa in avanti portando i capelli in giù per asciugarmi la nuca, in quel momento sento un forte odore di bruciato e un strappo sui capelli!!!!
AIUTOOOOOOO!
Mi si sono impigliati i capelli nella ventola del phon!!!!!
Urlo e dico parolacce in tutte le lingue del mondo a testa in giù, implorando Vittoria rimasta basita,
di aiutarmi...
A quel punto prende la situazione di petto (la Wanda e la Luisa c'entrano sempre!), stacca la spina
e cade il silenzio!
Io però sono sempre a testa ciondolante mezza nuda con l'asciugacapelli appeso come una decorazione natalizia sull'albero!
Vittoria è categorica "qui ci vuole un taglio netto"!!!!
Dentro la mia testa risuona la musica della colonna sonora "lo squalo" mentre vedo mia sorella con le
forbici in mano!
ARIAIUTOOOO!!!!!!!

Ed ecco qui! La mia capigliatura è diminuita di colpo! Alzo la testa e....
Mi guardo allo specchio sembro uno spaventapasseri ingrifato....come faccio a presentarmi così a scuola?
Vittoria ha come sempre la soluzione! Mi fa una crocchia da vecchia ottantenne, mi lancia i primi vestiti che capitano e mentre li indosso raccoglia con mossa felina tutto ciò che era caduto a terra....
In un minuto, come per magia sono PRONTA!!!!
Mi catapulto verso la scuola e come tutte le brave mammine al momento giusto sono lì,un pò
sgarrupata....ma SONO LI'!!!!!
RAGAZZI CHE GIORNATA!!!!!
E poi non dite che noi mamme non facciamo i miracoli!!!

mercoledì 19 dicembre 2012

L'OUTFIT

Una montagna di vestiti riempiono completamente il lettone di Vittoria, sono talmente tanti che non riesco a vederla all'interno della sua camera da letto!
Quindi la chiamo, cercando di capire in che quadrante della stanza si trovi...Ah eccola! Completamente paonazza in viso, i capelli arruffati,  si affaccenda  all'interno del suo armadio.

Chiaramente le chiedo spiegazioni, sta forse traslocando? Forse è entrato un topo nell'armadio?
No, no, sicuramente sono le tarme!!!!....Niente di tutto questo!
Vittoria ha solo visto la trasmissione con Carla, quella su Real Time per intenderci e ha deciso di cambiare completamente sistema di organizzazione dell'armadio!
Vuole mettere tutto in ordine, con i vari OUTFIT su ogni stampella (o gruccia che dir si voglia),
così la mattina per andare in ufficio è tutto già pronto!

Da brava ignorante, faccio ingenuamente la fatidica domanda:
"Che cavolo è un OUTFIT?"
Già so che una valanga di parole mi travolgerà! Oddio che ho fatto? E soprattutto sono veramente sicura di
volerlo sapere? Ma ormai la miccia è accesa e sarà difficile spegnerla e ne subirò le conseguenze!
"Ma come non sai che cos'è un outfit? Ma dove vivi? In un mondo tutto tuo? Possibile che sei così fuori? L'outfit è l'insieme di vestiti che potresti mettere quando devi fare un'uscita!"
 Ancora non capisco e credo di avere uno sguardo un pò perso, tant'è che prosegue con la sua filippica!
"Insomma, Gioia quando esci ti prepari i vestiti, i pantaloni, il maglione, le scarpe...ecco questo è un outfit, uno per ogni occasione! Così è più semplice gestire il gran caos del mio armadio!"

Mi sorprendo del suo ottimismo (visto la montagna di abiti che la circonda) e penso che sicuramente dovrà
comprare altre stampelle perchè non so se mai riuscirà mettere in ordine il suo armadio!
La cosa positiva in tutto questo è che ho rimediato anche dei bellissimi outfit (visto ho imparato anche io!)
alla moda e gratis, quasi, quasi, mi viene voglia di cambiare tutto!
Ma sarà contagioso?
Comunque esco da casa sua con tre bustone colme di "outfit", non solo per me, ma anche per un paio di mie
amiche, che so già da ora, saranno contentissime e osanneranno ancora di più Vittoria!
 
Ma la ciliegina sulla torta, che mi convince ancora di più che sono fuori moda (ha quindi ragione Vittoria!)
è l'incontro di una mia amica che solitamente non ha grosse velleità modaiole la quale mi dice che ha passato tutto il giorno a sistemare l'armadio mettendo insieme i vari outfit.......Oddio allora è veroooo!
L'outfit è contagioso!
A questo punto non posso dire altro (come fanno i bambini).....OUTFIT TUO!!!!!!!!
E che l'outfit vi colga!!!!!!!

giovedì 13 dicembre 2012

Il regalo di natale



Arriva la solita telefonata pre natalizia di Vittoria  nella quale mi chiede sempre due cose:
  1. Dove passeremo il giorno di Natale (credo problematica comune a quasi tutti!)?
  2. Cosa ti regalo per Natale?
Questa volta però mi sorprende  e dribbla la domanda con voce imperiosa e mi inonda come un fiume in piena  di parole, parole, parole….Tra cui:
“Certo che la tua pettinatura è un po’ antiquata il colore è quel biondiccio menopausa e che dire della tua pelle da moribonda asfittica?”
Detto questo, chiaramente il mio morale cade in picchiata come un aereo in panne!
Già comincio a sentirmi antiquata e guardo il mio corpo che cambia, con sospetto…ci mancava lei che come una secchiata di acqua gelata, dà il colpo di grazia al mio amor  proprio già provato!
Poi penso:" ma cosa cavolo vuole da me?"

 Non potevo ancora crogiolarmi nell’idea di avere una capigliatura quantomeno accettabile?
  Di avere una pelle fresca e vellutata? No, come un caterpillar in discesa e senza freni, ho una
sorellina che mi aiuta a tirarmi su e se ne frega del mio amor proprio!
Tutto questo suo gran parlare però, ha un fine , uno scopo, un’idea di fondo...
“Ho pensato di regalarti per Natale una seduta dal mio mitico parrucchiere…Jean Paul! Così dai una sistemata a quei capelli senza senso e a quel colore indefinito! Non sei contenta?”
ODDIO! Ecco dove voleva arrivare! AIUTOOO!!!
Io nelle mani di Jean Paul! Non ci posso credereeee!

Il mio cervello in quel momento ha iniziato a macinare immagini mie, con capelli cortissimi e mechati oppure
colorati con colori improponibili...quindi ho cominciato a tremare di paura, pensando a ciò che poteva accadere alla mia capigliatura.

Come fare per cercare di distogliere Vittoria dal suo inverecondo intento?
E' vero, forse sono un pò demodè, ma sono abituata al mio look da tardona e lei sicuramente vuole
regalarmi una seconda giovinezza...però io non sono così temeraria!!!
Datemi un consiglio per favore, come posso fare per declinare questo generosissimo regalo di Vittoria?
Aspetto vostre notizie...

PS. Spero che Vittoria non legga questo post!! : )


lunedì 10 dicembre 2012

Ogni donna è unica!

Siete mai andate anche solo per curiosità ad una di quella fiere per il matrimonio?

Quelle mostre  tipo il For Wedding o Tutto per la sposa o Ecco il tuo matrimonio...roba simile insomma!!
Beh! io e Vittoria siamo andate per cercare (ancora!) non un vestito da sposa qualsiasi ma, IL VESTITO!

Una baraonda assurda!! Se non ci siete mai state non potete capire....
Ho visto ragazze con zaini in spalla o trolley, come se dovessero partire per un lungo viaggio!!!!
A cosa servivano? Per trasportare volantini, coupon, pubblicità varia, depliants, cataloghi!!!!
Io e Vittoria siamo chiaramente andate sprovviste di qualsiasi borsa capiente...
Lei con dei tacchetti a rocchetto fucsia e una pochette in tono (nella quale entrava a malapena il telefonino!!)
ed io con delle scarpe appena un pò più comode ma con una borsa sempre un pò piccina...insomma due sprovvedute!!

Inizialmente il caldo, dentro quei padiglioni surriscaldati ci ha fatto seccare la gola, poi abbiamo cominciato
a scarpinare e a sudare come se fossimo in una sauna siamo state spintonate dalla folla, abbacinate dalle chiacchere degli "esperti del settore" e infine schiacciate dal peso dei cataloghi!!
Dopo due ore di questa tortura abbiamo detto BASTAAA!!

Vittoria completamente sfatta, adocchia con la coda dell'occhio uno stand, che era guarnito solo di due sedie
e un manichino che mostrava un bellisssimo e inusuale vestito da sposa!
Improvvisamente con una mossa veloce si siede su una  di quelle sedie, completamente sfranta e  per un attimo, visto che tutti  i passanti si fermavano a guardarla, ho ripensato a Sordi e alla moglie alla biennale di Venezia!!
Vi ricordate quel film in cui  la moglie di Sordi si siede su una sedia che invece era un'opera d'arte?
Beh! Vittoria ha riproposto inconsapevolmente la stessa immagine..IDENTICA!!!!

Posati vicino a lei c'erano i depliant dell'atelier a cui apparteneva il suddetto stand,  e osservando i vestiti proposti ci cade l'occhio su una specie di nota scritta dai creatori degli abiti e che ci colpisce molto, per questo voglio condividerla con voi:

Ogni albero è unico,
non esistono al mondo due alberi identici.
La corteccia, ne racconta la storia:
narra di quando il vento, il sole, la pioggia
ed il gelo per anni si sono poggiati su di lei,
lasciandone il ricordo indelebile.

Ogni albero vive e si evolve: crescono i rami,
quasi a toccare il cielo; crescono le radici,
fino a divenire un tutt'uno con la terra.

Ogni sposa è unica.
Ogni opera d'arte è unica.

E come un albero che cresce, così la creazione dell'artista
prende forma e vita solo quando raggiunge il corpo
e lo avvolge, fino a conquistare la sua completezza.

Che versi poetici...e quali verità si celano dietro a queste parole, forse per una volta essere diverse dalla
massa non ci sembra così brutto,  per una volta non ci sentiamo difettose, ci sentiamo belle per quello che siamo!


venerdì 2 novembre 2012

Fare da testimone...che stress!

La migliore amica di Vittoria ha fissato la data delle nozze.....Lei ancora no!!!

Le ha chiesto di farle da testimone e consigliarla nella preparazione dell'evento!!
Gaudio da parte di Vittoria, perchè le sembra di fare una specie di prova generale del suo....
Dal momento dell'invito Vittoria è entrata in un vortice indescrivibile di ricerche varie...
  • fiorista
  • location 
  • chiesa
  • numero di invitati
E non obbligatoriamente in quest'ordine....
Questa amica però è un pò pretenziosetta tanto da far vacillare la sicurezza interiore della mia sorellina!
Infatti ha cominciato ad infastidirla  con commenti a dir poco...poco carini!
Intanto ha preso di mira....indovinate che cosa???

IL PESOOO L'ACCONCIATURA IL VESTITO...INSOMMA TUTTO!!!!!!
Tutte questi...suggerimenti nient'affatto velati si sono rivelati come una vera catastrofe che ha messo in
discussione una'amicizia secolare!!!
I quesiti che Vittoria si è giustamente posta sono molti  soprattutto sulla solidità del loro rapporto.
La sposa è consapevole dei sacrifici fatti da Vittoria per perdere peso... anche se con risultati poco soddisfacenti!!
Sputa lacrime e sangue tutti i giorni poverina!
Tutte le sere fa lunghissime camminate anche col buio pur di ridurre il suo girovita, ma è tutto inutile!
Non sarà che questa ragazza si vergogna della sua amica?
Ha voluto scegliere PER FORZA lei il vestito che porterà mia sorella quel giorno...
Un vestito lungo fino ai piedi (si sposa a mezzogiorno!) di un blu scuro che secondo me mortifica la parte glamour di Vittoria...

Vari consigli piovono da tutte le parti:

"Non staresti meglio con i capelli raccolti?
Ma se ti facessi delle meches?
Come hai intenzione di truccarti?"
Cavolo ma si stanno per sposare William e Kate? Allora a lei servirebbe una come Pippa!!!
Forse ha sbagliato soggetto! Si rendono conto le persone anche quelle più vicine a noi cicciottelle, a quante mortificazioni dobbiamo sottostare? Dalle battutine tipo: Non dimagrisci senza mangiare? Allora abbiamo trovato la cura per i bimbi del Biafra!
Oppure essere messe da parte sul luogo di lavoro per via della stazza?(come se il cervello non funzionasse ugualmente, se non meglio!!) E poi le magre sono tristi sempre incazzate!!!! Avranno pure una taglia 42 ma sono superbe e non ti fanno un sorriso neanche a pagarlo....

Comunque Vittoria per amor di quiete ha sopportato.... tutto e ha pagato in silenzio anche il vestito (che neanche le piace!) ....Indovinate cosa ha fatto per vendicarsi?
Ha elaborato un piano con il suo meraviglioso parrucchiere....e si è tinta BIONDO PLATINO tagliando i capelli cortissimiiiiii!!!!
Ih Ih Ah ah.....Avrei voluto vedere la faccia della sposa quando l'ha vista!!!!
Brava Vittoria ...ben fatto!

lunedì 1 ottobre 2012

Sette anni di scarogna

Il telefono squilla ....squilla ....squilla...Io sto chiaramente ... indovinate dove? Sotto la doccia e sto imprecando perchè la schiuma dello shampoo mi sta bruciando gli occhi come al solito e sono sicura che dall'altra parte  del telefono ci  sia LEI....Vittoria!

Sono sicura, perchè lei è l'unica che riesce a chiamarmi nei momenti meno appropriati, come se avesse una specie di radar al contrario che le suggerisce di chiamarmi proprio negli attimi sbagliati!

Comunque dopo un pò la richiamo e come al solito mi travolge il fiume di parole che riesce a sintetizzare in alcuni decimi di secondo! Di tutto questo chiacchiericcio capisco che ce l'ha con me per via dell'ultimo post che ho pubblicato!

Faccio mente locale (questa operazione è leggermente lunga!) ma mi rendo conto che non ho detto nulla di particolare su di lei! Anzi, quasi non l'ho nominata!

Allora che vuole? (penso tra me e me)

Lentamente capisco (appunto, sono un pò tarda!) che con l'ultimo post le ho fatto venire in mente
l'idea di mettere un nuovo specchio in casa!! E allora ripenso...che vuole?

Dunque decriptando il Vittorianense capisco (OH! come sono intelligente!) che l'operaio malcapitato che le è venuto a montare il benedetto specchio ha sbagliato punto, o altezza, o che ne so io!

"Capisci ha montato lo specchio come se fossimo dei nani! Invece di vedermi la faccia, mi posso contare i peli della Jolanda"
Continuo a pensare che cosa voglia da me.....boh!

"Allora l'ho fatto spostare un pò a destra, un pò più in alto, un pò più in là.....e alla fine lo specchio s'è rotto! Capisci mi era costato 400 euriiii!"
Sarà che la rottura dello specchio porta sette anni di sfortuna (e quindi pensa che non si sposerà mai!)
o è arrabbiata per i soldi...ODDIO NON E' CHE LI RIVORRA' DA ME!!!!!

sabato 29 settembre 2012

Specchio, specchio delle mie brame...

Mi è stato regalato un magnifico prontuario che offre spunti per chiunque lo legga e quindi ho deciso di spulciarlo un po' con Vittoria.
Questo libro non è altro che un vademecum di istruzioni per l'uso (per noi povere comuni mortali) su come vestirsi, ordinare l'armadio e rispondere all'unico quesito che ci attanaglia  appena apriamo gli occhi al mattino...' Il che cosa mi metto oggi!'
Direi che è un importantissimo argomento per il quale si potrebbe discutere (fra donne) per ore e ore.
Innanzitutto è necessario avere, come ci propina l'esilarante (forse cosa non proprio voluta dalla scrittrice) libricino, un approccio nuovo con il tuo corpo e soprattutto con il tuo armadio (sarà un nuovo tipo di armadio che ti sfodera gli accoppiamenti più adatti, senza neanche sfrugugliare dentro?).

Tra i vari consigli propone il GUARDARTI ALLO SPECCHIO! Ti domanda poi:
"Sei certa di farlo bene? Siete certe di osservarvi bene? Prendetevi almeno mezz'ora di tempo (ad avercela !) e studiatevi  ben bene."
Allora, prendersi tutta la mezz'ora, rasenta sicuramente il masochismo allo stato puro!
Sapete cosa significa stare lì ad osservarsi....senza piangere?
La Wanda e la Luisa sono al loro posto? I bozzi che si formano con l'elastico delle mutande sono ancora lì?
La ciriola sul ginocchio è la stessa di ieri?
Dopo che vi siete fatte quest'iniezione di fiducia... scegliete i capi giusti che valorizzano la vostra figura.
Vittoria pensa che l'unico vestito che farà valorizzare le nostre figure è ....un sacco di iuta un po' aperto sul davanti per mostrare quel popò di davanzale  di cui madre natura ci ha fornito!

Non contenta di questo, la scrittrice (sicuramente una taglia 40!) ti fa una rilvelazione, che tu povera donna non avresti mai e dico mai, pensato: VESTITI PER TE STESSA e ispirati alla donna che voresti essere!

Qui sorge un problema esistenziale.... Io vorrei essere come la Bellucci! Ecco ormai l'ho detto, mi sono sputtanata a livelli mondiali! Mia sorella invece si vorrebbe ispirare a Audry Hepburn!!!
Vista l'impossibilità nel raggiungere certi livelli e  inevitabilmente anche il loro stile ( perchè saremmo ridicole), proseguiamo la lettura di questa perfida guida che afferma che l'abito giusto ti aiuterà a conquistare l'uomo dei tuoi sogni e/o a mantenere l'uomo che ti sei riuscita ad accaparrare!

Qualche conto non torna perchè vedete, mio marito non nota niente, neanche se ho cambiato colore di capelli, figurati se si accorgerebbe di un vestito nuovo!
Ragazze se non avete trovato ancora marito è solo colpa vostra, non avete indossato il vestito giusto!!!!!
Che cavolo, bisogna proprio dirvi tutto!!

mercoledì 26 settembre 2012

Vittoria, il caldo e il pizzardone

Roma. Agosto. Esterno giorno, anzi, mezzogiorno.

Come tutti i romani sanno, la città eterna ad agosto ha un suo fascino. Innanzitutto è deserta (cosa che la rende la più bella città del mondo!) e poi ha quell'aurea, quell'alone procuratole dall'afa, dall'umidità, dalla calura.
Insomma ragazzi, fa un caldo boia! Quel caldo che ti fa appiccicare i tacchi delle scarpe all'asfalto, che ti fa scendere un rivolo di sudore tra la Wanda e la Luisa...quel caldo insopportabile che ti spinge al supermercato, solo per cercare un pò di refrigerio e lì, trovi persone come te che non devono fare la spesa, ma che si attardano a leggere gli ingredienti sulle scatole dei cereali, pur di farsi ghiacciare addosso il sudore dall'amato condizionatore
Questa è l'esatta descrizione della giornata in cui si svolge la disavventura che sto per raccontarvi.

Vittoria guida un pò spericolatamente fra le viuzze del centro: la radio a tutto volume, lei all'interno dell'abitacolo oscilla ritmicamente la testa a destra e a sinistra, muove anche le labbra, probabilmente sta canticchiando.

Questa è la scena che si presenta a dei vigili urbani che stanno facendo un posto di blocco in pieno centro storico, i quali visto il caldo, il cappello in testa, gli stivali da motociclista... Non sono sicuramente molto contenti.

Nel deserto dei giorni vicino a ferragosto, i pizzardoni vedono un' unica macchina (quella di Vittoria) che sfreccia  come un bolide e quindi decidono di fermarla per un controllo (poverini!).
Allora alzano la solita paletta per fermare la macchina e farla avvicinare al marciapiede.
Vittoria dal canto suo però è distratta perchè sta cantando a squarciagola e non vede i vigili in motocicletta che le fanno segno di fermarsi e quindi passa dritta e come se nulla fosse prosegue per la sua strada.

I vigili allora inforcano la moto e la inseguono con tanto di sirene e lampeggianti.
E' un inseguimento in piena regola, sembra di essere capitati in un episodio dei Chips (chi è anziano come me li ricorderà sicuramente) sulle strade della California!

Vittoria intanto è ignara di tutto il baccano che ha procurato perchè imperterrita continua a sentire la musica e a correre non so verso quale negozio di scarpe!

Finalmente la raggiungono e la bloccano.

Lei è infastidita perchè il negozio sta per chiudere ed è in netto ritardo (per questo correva).
Scende dalla macchina praticamente inferocita (che vogliono questi qui? io non ho fatto niente!!)
Chide di malagrazia spiegazioni del perchè di tutta questa "pagliacciata" e un vigile chiaramente le spiega la situazione e la invita a calmarsi, chiedendole patente e libretto!
Cominciano quindi i vari controlli  e uno dei due vigili viste le generalità, immagina che sia mia sorella...
Hem, sì, il vigile è Mauro, un mio caro amico e approfitta dell'incontro per chiederle mie notizie,
prima però, scherza un po' ..... ma Vittoria non gli da spago e non scambia nessun convenevole, è visibilmente arrabbiatissima, allora Mauro in  tono serio le chiede:
Ma tu sei Vittoria, sorella di Gioia, quella del blog? Come vanno i preparativi? Ho letto del tizio col bicchiere d'acqua! Sei troppo forte!"
Insomma... Niente multa! Ogni tanto avere una sorella che ha un blog, serve a qualcosa!

lunedì 24 settembre 2012

Aperto per ferie

Le 'vacanze' estive sono finite... I bambini sono finalmente tornati a scuola!!!

OOOOH YEAAH MAMME!!!! 

Le mie orecchie finalmente odono... il silenzio!
Nessun marmocchio ti chiama più in continuazione!
Mamma puoi venire un attimooooo?
Mamma dove sono le mie mutandeeee??
Mamma mi dai l'acqua? (se sono particolarmente educati aggiungono il 'per favore')
Maaammmaaa!!!! (Gridano dall'altra parte della casa)
Mammaaa (con tono lamentoso) non voglio fare i compiti!!
E tu dall'altra parte
Amoreee... hai messo l'apparecchio???
Tesoro....hai fatto i compiti????
Ciccino caroooo, metti a posto tutto quello che hai tirato fuori...per favore??(noi mamme diamo sempre il buon esempio)
Forse ora posso ricominciare a dedicarmi nuovamente al mio hobby: la scrittura!
Vi racconterò i nuovi episodi sulle varie disavventure della mia mitica nonchè glamour sorellina Vittoria.
Ma anche di quello che è successo a me.
Chiaramente la scorsa estate è stata ricca di avvenimenti e colpi di scena che non vedo l'ora di raccontarvi!
Preparatevi, tenetevi forte, perchè adesso si ricomincia!!!!!!

mercoledì 30 maggio 2012

Il pranzo di famiglia 2

Certamente sarete curiosi di sapere cosa è successo a Vittoria mentre l'aspettavamo con tanta 'impazienza'.

Ebbene, diciamo intanto che è uscita da casa con un leggero ritardo (anche se lei non l'ammetterà mai!).

Ad ogni modo, così mi ha raccontato:

  • 1.00 pm - come al solito, non aveva abbastanza benzina per arrivare a destinazione, quindi ha cercato alacremente un benzinaio che fosse 'servito' perchè lei e le sue unghie appena laccate avrebbero potuto infastidirsi nel toccare la pompa del benzinaio... ma all'una, è risaputo, che i benzinai sono chiusi! Quindi gira che ti rigira, trova quel che cerca!
  • 1.30 pm - finalmente fa benzina!
  • 1.35 pm - prova a pulire il vetro anteriore della sua macchina con quei pulivetri che si trovano dal benzinaio (non vedeva più dove andava) fa un pasticcio e letteralmente distrugge il tergicristallo destro!
  •  1.40 pm - il cellulare è ufficialmente scarico.
  •  1.50 pm - comincia a piovere! (senza tergicristallo è praticamente impossibile vedere la strada quindi va ad una velocità tale che dietro di sè fa una fila lunga un chilometro).
  •  2.00 pm - sente uno strano rumore proveniente dalla ruota posteriore sinistra.
  •  2.10 pm - capisce che ha bucato quindi si ferma. E' inutile dire che non è in grado di sostituire un pneumatico.
...comincia quindi a tirarsi letteralmente i capelli!

Quando un baldo giovine capisce che quella pazza sul ciglio della strada che si strappa i capelli  è una donzella in difficoltà, ha pietà e si ferma!
Con il suo charme, Vittoria ammalia il malcapitato e riesce, fra una battutina e l'altra, a farsi cambiare la gomma a tempo di record quindi, con una strana pettinatura, si avvia verso casa di mamma che perfortuna è ormai abbastanza vicina.

  •  2.30 pm in preda a tic nervosi sintomi, della fame e ad un leggero esaurimento nervoso citofona a casa di mamma.
Ora capisco il perchè di tutta quella cattiveria ... poverina!
Noi non siamo stati per niente gentili con lei... ma ragà...la fame è fame!!!

lunedì 28 maggio 2012

Il pranzo di famiglia

La scorsa domenica la nostra famiglia si è riunita per un pranzo a casa di nostra mamma.
Saremo stati una ventina tra: zii, cugini e parentame vario e non meglio identificato (sapete i nuovi compagni di quegli zii alla lontana che vedete una volta ogni 2 anni?).

12.30 pm - Orario dell'appuntamento.

Iniziano ad arrivare tutti e quindi cominciamo a poco a poco a spiluccare qualcosa di antipasto, perchè la fame è proprio tanta! Diciamo poi, che la nostra famiglia non è esattamente malata di anoressia, infatti, per esempio, sono leggendari i cattivi umori di mio fratello, quando ha un 'leggero' appetito.

I sintomi sono questi:
  1. rodimento di fondoschiena;
  2. mal di testa;
  3. irascibilità;
  4. nausea.
Tutte queste, chiamiamole, 'sensazioni' si aggiungono in maniera direttamente proporzionale alla quantità di fame che io e i miei fratelli proviamo.
Quindi non essere puntuali ai pranzi o alle cene di famiglia crea una sorta di scompiglio istituzionale all'interno dell'habitat familiare.
Essendo un problema risaputo da tutti, cerchiamo di essere puntuali. Sì, ecco, tutti tranne qualcuno... o meglio, qualcuna... vi viene in mente un nome? Ma sì, LEI, Vittoria!

1.00 pm - Come dice mia figlia: CVD: Come Volevasi Dimostrare: è l'una ma Vittoria manca all'appello!
E pensare che la nostra brava mammina le ha preparato diligentemente tutto quello che la dieta le impone!
Siamo comunque tranquilli perchè sappiamo che il suo ritardo sarà di pochi minuti.

1.30 pm - Mio fratello, che è sempre il primo ad avere questo problema, comincia a manifestare i sintomi del punto uno: comincia a chiedere se qualcuno ha sentito Vittoria e dove potrebbe essere andata a finire (preoccupazione non data per lo stato di salute di nostra sorella ma quello dei suoi succhi gastrici).

1.45 pm - Anche io manifesto i primi sintomi, sgrido i miei bambini per un nonnulla (povere anime innocenti), rimbrotto mio marito (ma quello ci sta sempre bene), il mal di testa comincia a farsi sentire. Non mi accosto a mio fratello perchè altrimenti le scintille si potrebbero vedere da lontano

2.00 pm - Mia madre prende in mano la situazione (è una tipa risolutiva, abbiamo tutti preso da lei) e decide di cominciare a servire il pranzo. Sommo gaudio di tutti finalmente iniziamo a mangiare!!!

Mamma però è preoccupatissima... dov'è Vittoria? (Còre de mamma, lei è realmente preoccupata per la figliola, non come noi fratellacci che ci preoccupavamo solo in funzione dei nostri stomaci)
La chiama al cellulare ma non è raggiungibile! A mamma si stringe lo stomaco e non tocca cibo.
Noi, pur essendo preoccupati, continuamo a cibarci delle leccornie che la gentile genitrice ci ha preparato!
Non è che siamo insensibili... ma avevamo cominciato a manifestare il punto quattro! E non è un bene... ve lo posso assicurare.

2.30 pm - I soliti sintomi stanno scomparendo e sentiamo il trillo del citofono!

Eccola, è Vittoria (finalmente!).

Dalla porta entra una furia che esteticamente sembra Vittoria, ma essendo preda di tutti e quattro i sintomi descritti prima (più qualche altro coniato apposta per lei) somiglia più ad un eroinomane in astinenza.
Apostrofa mia madre con delle invettive appena inventate, ce l'ha con noi perchè non l'abbiamo aspettata, sgomita a destra e a manca per accaparrarsi un posto a tavola e finalmente si siede.
"Mamma dammi qualcosa da mangiare immmediatamente o mangio la gamba del tavolo!"
Mamma per niente intimorita (conosce i suoi polli) e ormai tranquilla, le porge il piatto con la sua pasta al pomodoro (50 g) scotta e fredda!

Che ve lo dico affà?!  La furia omicida che è in lei, scatta!

Io e mio fratello, che la conosciamo bene, cerchiamo di cambiare discorso e portare la conversazione su qualche altro argomento, soprattutto per il bene dei nostri cugini.
Ma niente la distoglie e con la sua lingua tagliente ha delle ottime battute cattive per tutti.

Non preoccupatevi, dopo pranzo Vittoria torna in sè, simpatica come sempre, come se avesse preso l'antitodo per un qualche veleno iniettato nel suo corpo!


P.S. Vi piacerebbe sapere cosa è successo a Vittoria, perchè ha ritardato al pranzo? Cosa l'ha trattenuta? Cosa ha innescato quel po' di cattiveria in più che, mischiata alla fame, l'ha resa una bomba a mano pronta ad esplodere?
Il seguito alla prossima puntata,  to be continued

giovedì 24 maggio 2012

Il giorno del saggio!

"Non c'è niente da fare! Questa profusione di muco così generosamente donato dal mio corpo, non può essere che un dono... un dono per i fabbricanti di fazzoletti di carta!!"

Esordisce così Vittoria che, costipata come me, ha voluto a tutti i costi presenziare al saggio di nuoto sincronizzato di mia figlia. Da brava zia non manca mai in queste occasioni, con sommo gaudio della nipotina che stravede per lei (potrebbe del resto fare diversamente? mia sorella dispensa regali, sorrisi e coccole ogni 2 secondi!).

 Siamo praticamente sul bordo della piscina indossando dei copriscarpe di plastica azzurrini che non agevolano di certo la camminata, soprattutto perchè il pavimento è piuttosto scivoloso. Comunque arranchiamo con una certa grazia (hihihi risatina sarcastica) verso delle sedie che vediamo lungo il bordo della piscina e finalmente, con difficoltà, ci sediamo.

Inizia la rappresentazione e in prima fila vediamo l'esibizione di queste bimbe e ragazze che con piglio da professioniste ci meravigliano con la loro grazia e armonia.
Tutto questo finchè non arriva il turno di mia figlia e Vittoria emozionatissima comincia ad agitarsi sulla sedia!
 Fa un tifo da stadio per incitare la nipotina che la ricambia con dei sorrisi pieni di amore!
Per tutta la durata del saggio, Vittoria si agita, applaude,  si sventola ( perchè fa un gran caldo) insomma, non sta mai ferma un minuto!!

Sul finire dell'esibizione decidiamo di alzarci per andare negli spogliatoi per aiutare la piccola a lavarsi. Quando dietro di me sento un rumore strano come se la sedia di plastica si stesse rompendo e
poi... un piccolo gemito! A quel punto mi giro per vedere cosa stesse succedendo, quando vengo schizzata da qualcuno che si tuffa in acqua.

E chi poteva essere se non Vittoria?  Da dentro la piscina mentre cerca di arrivare al bordo,
mentre tutti la guardano e chiaramente ridono, lei con noncuranza dice:
"Non preoccupatevi, ero invidiosa e volevo anche io partecipare al saggio e quindi l'ho fatto!"
Coloro che ridevano di lei ora la applaudono sinceramente divertiti. 

Solo lei riesce a trasformare una figura di m**** in uno spettacolo!

martedì 22 maggio 2012

La nuova casa

Eccola: la sua nuova casa! 

Me la mostra con orgoglio, la sua nuova casetta, un bell'appartamento con una meravigliosa vista!
Si trova in una palazzina appena costruita, tanto che ancora ci sono residui di calcinacci sulle scale. E' ancora 'illibata' come dice lei (nessuno ci abita ancora), ma lei è lì pronta per arredarla, dipingerla e renderla accogliente per quando ci potrà entrare!

Capisco che è emozionata e aspetta con ansia la mia reazione e i miei consigli! A me devo dire piace molto, è spaziosa e luminosa e sono contenta per lei, stavolta non ho battutine al vetriolo da lanciarle addosso.

Cominciamo a prendere varie misure degli spazi più importanti per una coppia di piccioncini pronti a coabitare: cucina,  camera da letto e bagno.

C'è però un unico problema: si trova al terzo piano senza ascensore (per ora!) e noi per un motivo o per un altro, siamo scese in strada già tre volte!

Una volta per il metro,
 una volta per il nastro adesivo
 e un'altra per i fazzolettini di carta per la pipì!!

Vittoria è stremata e io pure comincio a essere un po' stanca... questo su e giù ci ha veramente sfiancato!
Come se non bastasse io intelligentemente ho indossato delle scarpe che definirle 'inadatte' è davvero un eufemismo!

Ho voluto a tutti i costi mettermi delle scarpe bianche con il tacco sette centimetri (so che per alcune di voi 7 cm equivalgono all'altezza di una piadina, ma per me, posso assicurarvelo, è tanto!) ma erano così carineee!

I miei piedi sono distrutti, come se fossi stata ad una festa tutta la notte a zompettare come quando avevo 18 anni (ahimè, tempi lontani!).

A quel punto quando ci siamo accasciate a terra (perchè chiaramente non c'è neanche una sedia) e mentre cerchiamo di tirarci su di morale, proprio in quel momento, ci troviamo al buio! Buio pesto... non si vede niente!
Cerchiamo a tentoni il contatore della luce ma capiamo immediatamente che il problema non è all'interno dell'appartamento!

E così, sono costretta a scendere per la quarta volta la rampa di scale per trovare l'interruttore generale!

Stoicamente mi tolgo le scarpe e scendo senza! Immaginate le scale di un cantiere? Sporche piene di residui e pure al buio? C'è qualcosa di peggio che farsele scalze e coi piedi gonfi?

Finalmente trovo l'interruttore, faccio scendere la levetta e come per magia... LUCE FU!
Per prima cosa osservo i miei poveri piedi sporchi e malconci e penso con sconforto che dovrò risalire ...mamma mia che sfortuna!!

Scommettete che mi verranno pure le verruche?

mercoledì 16 maggio 2012

Tacco dodici!!

Sono affacciata alla finestra, aspettando Vittoria che mi porterà a vedere la sua nuova casa, finalmente!
Un passo avanti verso la meta MATRIMONIO!!

Eccola, sta arrivando, la vedo spuntare con la sua  automobilina dalla curva! Arriva sotto casa e parcheggia... ma non scende. Pare armeggi con qualcosa all'interno della macchina,  finchè non spuntano da sotto lo sportello aperto, un paio di scarpe tacco dodici!

Le scarpe che si vedono,  però non sono indossate, sono sempre poggiate a terra vicino l'auto, come fossero pantofole vicino al letto durante la notte... e Vittoria ancora non scende!! Comincio a preoccuparmi, pensando ad un malore (sì, lo so, sono una catastrofista ma credo sia una sindrome post-materna, prima non ero così, giuro!). Mi tranquillizzo però quando intravedo un altro paio di scarpe basse poggiate vicino a quelle alte!
Finalmente vedo i piedi nudi di Vittoria che si introducono nelle scarpe alte e si avvicinano al portone della mia abitazione!

Questa magia o gioco delle tre carte con le scarpe, avrà avuto una motivazione logica e sensata?
Boh! Non appena entra in casa chiedo spiegazioni!
"Hem, tesoro, posso farti una domanda? Mi chiedevo il perchè di quel prolungato pitstop nel parcheggio di casa mia... perchè hai fatto cambio di scarpe?"
Lei mi risponde candidamente come se fosse una cosa così ovvia che io, povera vecchia madre demente, non ci posso proprio arrivare!
"Allora, Gioia, per prima cosa la Wedding Planner mi ha praticamente 'obbligato' a mettere i tacchi alti, perchè è semplicemente inorridita, quando le ho detto che per il matrimonio volevo indossare le ballerine!
Il secondo motivo è che queste scarpe costano tantissimo e quando guido si rovina tutto il tacco! No, hai visto, le scarpe si consumano nella parte posteriore, diventando vecchie e brutte subito!
Così, cara impicciona, uso delle scarpe di ricambio quando guido!"
Sarà!? Però quando entro nella sua automobile trovo cinque o sei paia di scarpe spaiate in giro sopra e sotto i sedili tanto che ad ogni frenata rotolano ovunque!!!

Ci sono scarpe di tutti i colori, forme e altezze tanto da sembrare la scarpiera disordinata di Carrie di Sex and the City!
Ma una cosa mi arrovella il cervello... perchè ci sono così tante scarpe nella sua macchina??
Lei tace sull'argomento, se le chiedo qualcosa in proposito, mi dice che sono un' impicciona...
Decisamente mi nasconde qualcosa... cosa sarà? Le rivende? Le scambia con quelle della vicina di auto al semafoto come si faceva con le figurine alle elementari? Le usa come fiches nei negozi invece dei soldi veri?

La mente di mia sorella è affascinante, quando mi parla mi sembra di sentire il Cappellaio Matto e io mi sento un po' come Alice, stranita ma incuriosita da tante parole e ragionamenti complicati e senza senso, almeno apparentemente! Alla prossima puntata de 'Gioia e il Paese di Vittoria'.


venerdì 11 maggio 2012

Rieccomi!

Eccomi qui!! Scusate l'assenza, lo so che vi sono mancata! Ma varie problematiche mi hanno impedito di scrivere. L'ultima in ordine di tempo è un piccolo imprevisto che è accaduto a me!

Ormai concentrata sull'obiettivo prova costume, nel pieno del raptus aerobico (vedi palestra tutti i giorni!) decido di partecipare a una lezione di BODY PUMP!!!!!
EH Sì, perchè proprio non riesco a smaltire quei stramaledettissimi chili di troppo, hanno deciso che stanno troppo bene con me e non vogliono proprio lasciare il nido! E io invece non ci sto, e so che -prima o poi- vincerò e li farò sloggiare a suon di calci nel sedere, il mio, ovviamente!!!

Dunque, partecipo alla mia prima lezione di body pump... quindi afferro vari pesi, bilanceri, step e quant'altro.
Musica ad alto volume e subito si comincia a muovere tutti i muscoli, pompare tutte le parti del corpo, anche le più improbabili...
Salta di qui, sali di là, muovi il quadricipite, i tricipiti e altri 'cipiti' non meglio localizzati e, fatto sta, mi ritrovo in una posizione leggermente... innaturale: gambe appena divaricate e piegate, busto in avanti, addominali contratti, braccia aperte con i pesi e proprio mentre apro e chiudo le braccia, una scossa tremenda attacca il centro della mia povera schiena, tanto da non potere più neanche camminare! Un dolore assurdo, davvero, e mi ritrovo bloccata da sotto il collo in giù che nemmeno la bisnonna di mia madre!
Alla fine sono arrivata a casa carponi e mi sono dovuta sdraiare sul letto per non so quanti giorni senza più rialzarmi.

I miei figli sono tuttora costretti ad aiutarmi ad indossare i calzini e ad allacciarmi le scarpe!
Mio marito con lo sguardo allucinato è tutto soddisfatto nel fare le iniezioni sul mio povero sederino!

Quindi a causa del lancinante dolore che provo ancora, non mi posso sedere per periodi di tempo molto lunghi! Purtroppo non possiedo un portatile e quindi non ho potuto scrivere e per questo chiedo venia a tutti quelli che mi hanno rimproverata per la mia assenza!!

Ancora non sono in forma perfettamente e non posso raccontarvi di Vittoria...ma un po' al giorno tenterò di aggiornarvi sul suo peso, sui suoi sforzi epici e stravaganti, sul suo matrimonio e sulla sua vita!
Per farlo devo solo riuscire a... stare seduta! Ora vi devo lasciare, mi aspetta una puntura sul sedere, vedo già il maritozzo che armeggia con un ago lungo un metro e mezzo, e il suo ghigno da cattivo di film Disney! E io, mi sento molto eroina votata al dolore... "Addio, mondo crudele"!

martedì 17 aprile 2012

Sotto... sotto??

Mentre discutevamo i dettagli del matrimonio con Vittoria ed altre due amiche, abbiamo inziato a parlare di come  tagliarsi i peletti della... ehm...

Non nego che questo argomento è un po', diciamo, 'intimo', però noi donne sappiamo che  anche il depilarsi sotto la cintura è diventato un pensiero!

Noi ragazze degli anni ottanta - inizi novanta, questo problema non l'avevamo, infatti la cosina rimaneva così come Dio l'aveva fatta, al limite tagliavamo la peluria all'inguine, giusto per non farli vedere quando indossavamo il costume.
Poi l'inverno rimanevano lì, incolti come un praticello non brucato e sembrava che agli uomini piacesse così!

Quindi avevamo un pensiero in meno. Poi però con gli anni abbiamo iniziato a raderci i peli delle ascelle!
Già ci sembrava di aver fatto un passo sulla via dell'evoluzione!
Ed ora eccolo: IL PROBLEMA! Come la depiliamo?

Vittoria sempre in prima fila quando si tratta di innovazioni, sta cercando di decidere come depilarla per il giorno del suo matrimonio!
Ha comprato un kit fai da te con varie formine o stencil, per quella zona, che spesso è trascurata!

Le formine possono essere a forma di cuore, torta, delfino, fiocco oppure di stella!
Siccome vige la democrazia abbiamo messo la cosa ai voti. Decidiamo alla fine di disegnarla a forma di cuore per tre voti vincenti contro uno!
Guardando bene nella confezione però, scopro che volendo si può fare anche la tinta!!!

La tinta??

Allora ragazze mie, si può fare nei colori classici (cioè coordinati con i capelli, ovvio), oppure con sfumature fluorescenti (tipo hard rock o Punk -chi, non vuole tingere la 'Iolanda' come la chiama la Littizzetto, di fuxia?-) oppure in tinte pastello!
A Vittoria  si illumina lo sguardo quando vede che volendo la si può depilare a forma di scatola e colorarla col verde Tiffany!

Si può resistere ad avere la cosina a forma e colore della scatola di Tiffany??
Naturalmente no!!!
Io mi sganascio letteralmente dalle risate, solo al pensiero della faccia del povero sposo quando la vedrà!

Così gentilmente la mia sorellina mi fa notare che tra poco, i miei peletti pubici diventeranno sale e pepe
e che queste innovazioni faranno comodo anche a me!

Questa affermazione mi fa ricordare un episodio di Sex and the City, in cui Samantha (la più scostumata delle quattro) entra in crisi per l'incanutimento della sua cosina... figo avere per una volta gli stessi problemi di Samantha, non trovate?

 P.s.: Speravo però di avere altri  problemi in comune con Samantha...













sabato 14 aprile 2012

L'ingorgo

"Spingi forza dai, spingi!! Daaiiii!!!!"
Che cosa stiamo facendo? Vittoria ed io stiamo spingendo la macchina in mezzo all'ingorgo peggiore che abbia mai visto!

Sapete quel traffico congestionato che è impossibile da aggirare?
Noi siamo lì, bloccate con la macchina che non funziona e inizialmente non capiamo perchè!
Stiamo cercando di portare la macchina (meno male che è un utilitaria!) al lato della strada e cercare di vedere se forse possiamo farci qualcosa.

Tra una spinta, una parolaccia e qualche insulto ai vari automobilisti, riusciamo nel nostro intento!
Io comincio a pensare cosa può essere che non vada e salgo dalla parte del guidatore e comincio ad osservare le varie spie poste sul cruscotto.
Beh, la soluzione è più semplice di quello che immaginavo: non c'è più benzina!!

AARRGHHH!!! Io stavolta l'ammazzoooo!!!

"Ma perchè ti arrabbi tanto?" Mi chiede Vittoria serafica.
"Allora ricapitoliamo la situazione, siamo in mezzo al peggior ingorgo dell'anno, siamo tutte sporche per avere spinto l'auto, tutti strombazzano animatamente e inveiscono contro di noi, tutto questo perchè TU hai dimenticato di mettere la benzina e mi chiedi perchè sono arrabbiata?"

 Mi risponde di non preoccuparmi, che facilmente si può risolvere la situazione, e infatti non si scompone per niente, come se si trovasse in queste empasse tutti i giorni (e forse, conoscendola, potrebbe anche essere così!).
Comincia a rovistare tra la varia spazzatura che ha nella sua incasinatissima macchina e trova una bottiglietta d'acqua da mezzo litro (che si beve tutta) e una borraccetta di Hello Kitty, me li porge  insieme ad una bustina rosa e mi dice che a due chilometri da dove siamo in cima alla salita, c'è un benzinaio!

Vorrebbe dunque che io mi facessi i due chilometri in salita, tra il traffico e con la borsetta rosa
andassi a comprare la benzina! Che pretese del cavolo (per rimanere signorili) ma comunque, pur di non rimanere bloccata lì, avrei fatto qualsiasi cosa!

Immaginate la scena: arrivo al distributore con la mia bella bustina di plastica rosa e con la borraccetta di Hello Kitty e chiedo giusto un litro di benzina! Avreste dovuto vedere con che faccia il benzinaio ha cercato l'imbuto per mettere la benzina nella borraccetta! Credo anche di avergli fatto pena, tanto che mi ha regalato una bottiglia da 1 litro e mezzo piena di benzina.

Dopo tutto questo tran tran, arrivo alla macchina sempre con la mia bustina rosa e vedo Vittoria che  fa dei cenni e mi dice di sbrigarmi. Quindi mi toglie dalle mani la borsetta, prende le bottigliette e versa il contenuto all'interno del serbatoio. Entriamo in macchina e mi dice:
"Quanto ci hai messo! Io mi sto facendo la pipì addosso!!"

Ditemi che cosa le devo fare? Ci vorrebbe una tortura lenta! Che cosa mi consigliate?

giovedì 12 aprile 2012

- 1,2 Kg

Non ci crederete mai, ma questa mattina Vittoria mi ha telefonato dicendomi che, ha perso 1,2 kg!!!

Bisogna festeggiare!! Per la prima volta, mia sorella ha perso peso con una dieta normale, evviva!
Scusate lo sfogo, ma devo farvi partecipi della mia felicità!

Dai Vittoria sei tutti noi!!!

mercoledì 11 aprile 2012

La rotondità in più!

La guardo da lontano... mi accorgo che c'è qualcosa di strano sulla sua silhuette.
Non so dirvi come una sensazione, un piccolo boh! nella mia mente...sapete quella sensazione che c'è qualcosa che non va e non sapete cosa? Ecco io nel guardare Vittoria ho questa sensazione... ma non gli do peso.

Stiamo andando al negozio di bomboniere per incontrarci con quella matta della Wedding Planner!
Sta cercando in tutti i modi di convincerla che il verde Tiffany è più adatto ad una location al mare e non in campagna... perchè Vittoria ha cambiato un'altra volta idea!
Questa volta ha deciso (spergiurando che non cambierà più location!) che la campagna fa più al caso suo!

Sai, mi dice: "Il mare è troppo gettonato, poi non posso pensare alle povere ziette in spiaggia, con il caldo, la sabbia, il sole... non starebbero bene, a loro agio... poverine poi pensa a me, affondata con la mia... ehm... stazza nella sabbia, che faticosamente arranco tra gli invitati... no, è proprio meglio la campagna!"

E allora viva la campagna!! Che vi devo dire... basta che si sposi! Se dicesse che si sposerebbe volentieri sulla luna, io l'asseconderei!
Tutto basta che finisca questa altalena di preparativi...e cominciare ad avere qualche certezza!!

Insomma, siamo dentro questo bel negozio di bomboniere,  Vittoria e la W.P. discutono sul colore,
la consistenza della stoffa, se il fiorellino è meglio grande o piccolo...

Quando la mia attenzione viene attirata da un piccolo bozzo, una rotondità pronunciata sul lato della coscia di Vittoria. Inizio un po' a palpeggiarlo per capirne la consistenza...sembrerebbe morbido, malleabile. Anche la W.P. si accorge di queste mie manovre, perchè sto distraendo dal suo compito la mia sorellina! Non sia mai!!

Intanto, il negozio si riempe di clienti...spose con mamme, nonne e zie...suocere etc. sembra che tutte le donne in età da marito si siano date appuntamento li dentro...
Io continuo impeterrita ad essere distratta da questo 'bozzo' e non seguo molto la discussione,
che sta cominciando ad avere toni diciamo, leggermente più accesi, anche perchè la W.P. vorrebbe avere l'ultima parola con Vittoria!...(ih!...ih! mio risolino isterico!)

Quindi,gli sguardi di tutte le donne all'interno del negozio erano rivolti su Vittoria! E proprio in quel momento,
io decido di spingere la rotondità più giù!(anche perchè ero proprio curiosa di sapere cosa fosse!)
Finalmente il 'bozzo' scende giù per il pantalone rotolando fuori, vicino alla scarpa...

Io sono tutta soddisfatta e raccolgo davanti a tutti, quello che il pantalone di Vittoria aveva espulso!!
Con estrema ingenuità tiro su una palletta di pizzo rosa...e non contenta di questo, mentre tutti, ma proprio tutti, mi - ci stanno guardando, apro la palletta...e compaiono, come per magia, un bel paio di mutandine rosa di pizzo!!!
Pensavo di essere stata proiettata in un'altra dimensione, tipo in quelle situation commedy con le risa di sottofondo!

Avreste dovuto vedere la faccia di Vittoria, credo mi avrebbe spezzato il collo volentieri!!
Aiuto, aiuto...come posso fare??

venerdì 6 aprile 2012

Le lenti a contatto

"Non posso assolutamente sposarmi con gli occhiali!" Mi dice accigliata Vittoria guardandosi allo specchio.
"Hai mai visto una sposa quattrocchi? Io no....e non voglio essere la prima!"
Già il terrore è dipinto sul mio volto, al pensiero di quello che potrebbe dirmi!
Un'ipotesi sono le lenti a contatto ed un'altra è l'operazione, in modo da abbattere completamente il problema alla radice!

Infatti la seconda ipotesi è stata subito gettonata e Vittoria mi dice:"Voglio prendere appuntamento con un oculista per chiedere se posso fare l'operazione agli occhi!!"
Io mi auguro che l'operazione si possa fare, perchè mi preoccupa un pò il rapporto tra mia sorella e le lenti a contatto...non so chi vincerebbe!!
Invece al ritorno dall'appuntamento dall'oculista, Vittoria mogia mogia mi racconta che il dottore le ha sconsigliato l'operazione, almeno per il momento.

Allora per tirarle su il morale la porto dall'ottico per provare le lenti a contatto.
Già lì, dovevo immaginare che la cosa non sarebbe stata facile! Infatti, come volevasi dimostrare, Vittoria
cerca in tutti i modi di infilarsi negli occhi le lenti, sotto la guida esperta dell'ottico, ma pare che mia sorella sia
in difficoltà !!

Comunque dopo un paio di sedute, Vittoria si porta a casa le benedette lentine!
Da qui a metterle la strada è lunga!
Infatti solo dopo tante prove, riesce ad inserirle e decide di andare ad una festa, finalmente libera
 e senza occhiali, per la prima volta in vita sua!

Purtroppo però, alla festa le lentine cominciano a darle fastidio e gli occhi  lacrimano copiosamente il bellissimo maquillage si scioglie così che le guance di Vittoria diventano a strisce e ad un certo punto non ce la fa proprio più....deve in tutti i modi toglierle!!!

Il problema di Vittoria però non è di facile soluzione, infatti non si è portata la custodia per riporre le lenti e non ha idea di dove metterle!!!!.
Allora ecco il lampo di genio!!

Decide di metterle in un bicchiere di carta!!! Capite in un bicchiere di carta!
Infila il bicchiere con le lentine nella borsa e ritorna tranquillamente alla festa. Quando dopo un pò qualcuno le chiede se vuole un goccio di acqua, lei sorridente dimentica le lenti, tira fuori il suo bel bicchiere e dulcis in fundo, si fa versare l'acqua lì dentro!!

E come se niente fosse si beve le lenti a contatto!!
Ma si può essere più intelligenti di così??

mercoledì 4 aprile 2012

La superdieta

Oddio! Vittoria ha preso un altro appuntamento con un luminare della dietologia! Già tremo!
Questa volta è stata consigliata da una sua collega, che ha perso circa 50 kg con il metodo di questo dottore... Che vi devo dire, speriamo sia la volta buona!

E' entrata in questo studio, bellissimo ed elegantissimo, ed è stata visitata per la prima volta da una dietista che le ha chiesto di descriverle la sua storia medica... cosa che le ha richiesto almeno un'ora !
Dopo questa prima visita è stata introdotta da questo luminare (di quelli che compaiono spesso in tv) il quale vedendo la sua storia clinica si è messo le mani nei capelli!!

Vittoria ha sbagliato tuttoooo!! Lui sa per certo, che se Vittoria dovesse continuare così a fare diete su diete
sbagliate, tipo bibitoni, barrette proteiche e digiuni vari ....non dimagrirebbe più!!
Sta infatti a poco a poco dicendo addio al suo metabolismo!
Allora insieme a lei hanno scritto una dieta su misura per tutte le esigenze di Vittoria!
Riuscirà questa volta a seguire la dieta, senza sgarrare, senza trucchi e senza imbrogli?

Credo che ormai sia entrata in quel circolo vizioso che ti fa pensare che sia sufficiente
entrare sulla soglia dello studio di un dietologo per poter dimagrire...solo che è necessario purtroppo anche seguire una dieta!!
Questo lo imparerà mai Vittoria?

domenica 1 aprile 2012

Le scarpe magiche!

Mi trascina di forza in negozio di sanitaria per farmi vedere.... le scarpe che fanno dimagrire!!!
Questa io non l'avevo mai sentita! Le SCARPE CHE FANNO DIMAGRIRE???
Mi mostra queste scarpe che stanno in vetrina e danno l'impressione di essere due barchette levigate
o dei mezzi pneumatici...insomma delle scarpe con la suola tondeggiante!

"Sembrano le Shape-ups!" dico a Vittoria, ma lei mi guarda inorridita e mi risponde che sono le
migliori sul mercato! Che queste avranno sicuramente un effetto rassodante drenante sulle sue..chiappe e sulle sue gambe!!
Io l'osservo da vicino ma mi sembrano proprio identiche alle Shape ups! !Effettivamente una differenza sostanziale c'è sicuramente.....il prezzo! Che è esattamente il doppio delle altre! Sarà per questo che Vittoria pensa che siano miracolose?

Comunque entriamo nel negozio per provarle... una volta indossate Vittoria comincia a ondeggiare stranamente e a posizionare le sue caviglie in un modo un  pò strano, tanto che le ginocchia si toccano.
Mentre ha questa strana postura claudicante-ondeggiante, la commessa cerca in tutti i modi di convincere Vittoria, della bontà del prodotto, elencando una serie infinita di qualità e possibilità di questa magica scarpa.

Io sono perplessa, perchè sono anni che fatico con lezioni giornaliere di aerobica, GAG, total body,
con un istruttrice pazza furiosa, che ci uccide i muscoli a suon di musica e queste scarpe con poche ore al giorno di camminatina, farebbero il miracolo??
Non ci posso credere, ore e ore in palestra buttate al vento!!

Vittoria imperterrita nonostante il mio diniego ha deciso di acquistarle lo stesso e di indossarle immediatamente!!(perchè aspettare per il miracolo chiappe sode?)

Usciamo dal negozio più leggere economicamente ma più pesanti nella camminata!

Infatti Vittoria non riesce assolutamente a camminare spedita con queste nuove calzature, quindi inciampa, ondeggia, sono indecisa se la sua nuova camminata sia un incrocio tra la samba e il mambo o  che abbia il ballo di San Vito... fare dieci passi è una difficoltà enorme!

Per strada tutti ci guardano, pensando forse che siamo ubriache fradicie...tant'è che Vittoria, per salire un gradino si sbilancia in avanti cadendo rovinosamente, trascinandomi con lei che tentavo invano di sostenerla!
In un groviglio di gambe e di braccia riusciamo faticosamente a rialzarci tra le risa della gente! Che figura!!!!!

Lei però non demorde e decide che saranno per sempre sue compagne di viaggio!
A fine serata arrtivate a casa comincia a lamentarsi di dolori alla schiena, alle ginocchia e alle caviglie!!
Avrà anche le chiappe toste ora...peccato che nessuno potrà più vederle perchè finirà sulla sedia a rotelle!!

giovedì 29 marzo 2012

La ginecologa

L'altra mattina Vittoria si è alzata dal letto con un certo fastidio pruriginoso nelle parti... ehm... intime.
La prima cosa che ha fatto è stata quella di chiamarmi.

Dovete sapere che Vittoria ha deciso che io sono il suo medico di fiducia! Chiaramente non sono laureata in medicina e non sono neanche un'infermiera, però ogni qualvolta ha, che so, un'unghia incarnita che la fa disperare, un foruncolo che la infastidisce, una colite acuta che non la fa dormire, indovinate che fa? Chiama me!

Così anche quella mattina incriminata, proprio mentre mi facevo la doccia (perchè si sa che quando ti chiamano al telefono o sei sotto la doccia o stai sul gabinetto) mi ha telefonato. E io, pensando fosse cosa urgente, imbecille che non sono altro, mi sono scapicollata scivolando e pattinando coi piedi fradici sul parquet e ho risposto.
Immaginate la scena... la schiuma sopra la mia testa che a poco a poco colava negli occhi e lei imperterrita che voleva a tutti costi raccontarmi dei suoi pruriti intimi! A niente sono valse le mie obiezioni, finchè non ho imprecato e le ho chiuso il telefono in faccia (quanno ce vò, ce vò)!
Neanche il tempo di rientrare nella doccia e lei ha richiamato! Al che ho pensato che questo prurito doveva essere davvero molto fastidioso!

Dopo la descrizione accurata  di tutti i particolari del suo disturbo e dopo averle consigliato lavaggi lenitivi del tipo A, B o C, siamo arrivate alla conclusione che doveva assolutamente farsi controllare da un ginecologo (sono riuscita in questo modo finalmente ad asciugarmi i capelli, pena un sicuro torcicollo).
Non sto qui a raccontarvi come, una donna che abita in una grande città, è riuscita a trovare l'unica ginecologa scema al mondo, in uno sperduto paesino dell'entroterra laziale.

Vittoria riesce a scovare sempre i medici più strani nei posti più impensati e anche quando si fa visitare
da medici di fama... questi sbagliano diagnosi o le prescrivono farmaci dannosi per il suo stato di salute! In questa cosa è veramente sfigata!!

Comunque va dalla ginecologa, in cima al mondo, appunto per questo disturbo che la infastidiva.
La dottoressa prima ancora di visitarla, come Vittoria ha varcato la soglia dello studio, comincia a dirle (come tutti quelli che incontra) che deve dimagrire!(ancora!)
Che se non dimagrisce il suo apparato riproduttivo non funzionerà mai bene...che avrà difficoltà a concepire figli...etc. etc. Insomma tutte le malattie o le disfunzioni descritte nell'enciclopedia medica!
Vittoria attutirebbe il colpo, se non fosse per il cipiglio cattivo e indisponente adottato dalla ginecologa
che la visita superficialmente e le prescrive una cremina lenitiva,  per il suo fastidio e che io da bravo dottore le avevo già suggerito!(Ma allora sono una dottoressa mancata!!)

Volete sapere come è andata a finire? Vittoria è uscita sbattendo la porta, urlandole contro, non so quale epiteto e in quale lingua e... non pagando la parcella!!!! Eh...si c'è proprio un diavoletto chiuso dentro di lei!

lunedì 26 marzo 2012

Il rotolo di ciccia!

Vittoria è arrotolata sul divano insieme ad una coperta rosa con un coniglietto disegnato, ha un pigiama di pile celeste chiaro e un bigodino in cima alla testa.

La trovo così un pò depressa, che sorseggia una tisana drenante al finocchio. Il suo umore non è il solito, schioppettante e allegro, quindi mi preoccupo! Cosa sarà successo??
Sta in silenzio e io pure... finchè non scoppia!
E mi racconta:
"Sono stata dal dentista e anche lui mi ha detto che devo dimagrire! E' una congiura!
Il dentista è l'ultima goccia! Me lo ha detto il mio medico, lo ha detto l'infermiere che mi ha fatto le analisi, me lo ha detto il gastroenterologo, me lo dice Jean Paul (il parrucchiere) ora pure il dentista!
 E basta! Che non lo so che devo dimagrire?? Non ne posso più! Ci mancava il vestito da sposa!!!!"

OK ho capito stiamo alla fase 'depressione'! Quella fase (le cicciottelle la conoscono bene) in cui niente e nessuno la ferma nella sua autocommiserazione! E infatti eccola là, con sguardo perso nel vuoto, il suo pigiama celeste e la copertina. Ad un certo punto si desta e mi fa: "Guarda, guarda Gino!"

 Ma chi è Gino?

 Mi sono persa qualcosa... si può sapere chi è 'sto Gino? La prima cosa che mi è venuta in mente è che questo famigerato Gino sia il coniglio della coperta poi.... finalmente mi ha spiegato!

Il rotolo che si forma sull'addome quando sta seduta si chiama Gino!
Che mania questa di dare un nome alle sue parti del corpo! Quindi ricapitoliamo, le tette sono la Wanda e la Luisa, il rotolo è Gino!
Dunque questo rotolo famigerato è effettivamente, bello... in carne, ma non esageriamo!
Detto questo Vittoria si inalbera con me e mi mostra il rotolo Gino schiacciato ai lati tanto da sembrare... un bel culetto!
 Sapete che lo ha fatto anche parlare con una voce maschia, chiaramente un pò buffa: "Ciao Gioia, lo sai anche tu che mi devo dimagrire?"
Io con le lacrime agli occhi sinceramente pensavo di essere capitata in un episodio dei Simpson con
protagonista Vittoria invece di Homer!
W Vittoria-Homer, Wittoriomer!

sabato 24 marzo 2012

La maschera di bellezza!

Non c'è niente da fare! Quando si mette in testa una cosa nessuno la ferma!
E questa volta ha deciso che vuole emulare quella trasmissione che si chiama 'Clio make up'!!!
Sapete quella ragazza che insegna a truccarsi e le malcapitate protagoniste della puntata si trasformano come d'incanto in battone? Ecco, quella.

Io non mi voglio truccare così, come faccio a convincerla?
E' già venuta a casa mia a controllare la mia pochette dei trucchi e ha subito cominciato a criticare:

1) Non ho i pennelli giusti, quello per sfumare, quello piatto per il phard, quello per le sopracciglia quello, per i peli....del punto X!!

2) Non ho il fondotinta (SACRILEGIO). Proprio non lo possiedo, che ci posso fare? Non vi dico gli improperi che mi sono beccata!

3)Dov'è il copriocchiaie? (disperso)

4) Non ho il piegaciglia!!!! (ORRORE E RACCAPRICCIO!)

Insomma sono una  vera e propria catastrofe! Come ho fatto a sopravvivere fino ad ora? Oh, me tapina, me sventurata, che peste mi colga!
Per Vittoria, che è una vera maga del trucco (e per lo più si trucca in macchina tra un semaforo e l'altro) è un mistero che io sia potuta sopravvivere in 'queste condizioni', parole sue.
Per farvi capire che tipo è, vi dico solo che riesce a farsi la riga dritta e perfetta con l'eye liner anche in movimento! Chiaramente non posso competere con una così, mi devo rassegnare.

Allora, mi trascina in profumeria dicendomi:
 "Non vorrai venire al mio matrimonio con il viso acqua e sapone vero?" poi arriva la stoccata finale!"Alla tua età devi cominciare assolutamente a metterti il fondotinta!"
Sigh(scusate mi è scesa una lacrimuccia)!
Vittoria allora afferra il cestino della spesa e comincia a metterci dentro di tutto: fondotinta, copriocchiaie, matita grigia, nera, marrone, rossetti, lucida labbra, pennelli vari, etc, etc.
Non vi dico quanto ho speso!! Se lo viene a sapere mio marito divorzia immediatamente!

Portiamo il nostro bottino a casa e cominciamo subito subito la lezione. Eccola, mi sono portata l'incarnazione di Clio a casa! Machimmelaffattofare? Il mio peggior incubo si è avverato!

Per prima ci facciamo una maschera al collagene (segreto di bellezza delle bellissime e perfettissime hostess nipponiche, per chi non lo sapesse). Questa maschera è tipo un fazzoletto umidificato intriso di collagene che deve essere lasciato agire per almeno 45 minuti. Quindi ci posizioniamo sul divano con questo fazzoletto in faccia e cerchiamo di vedere la televisione (sapete, per far passare il tempo!)

E' quasi l'ora di pranzo e in tv ci sono solo programmi in cui si parla di cibo, ricette e roba varia.
Una vera tortura per Vittoria stare ferma mentre il collagene scola  inesorabilmente sul collo,  ascoltare tutto quel parlottare di pasta, carne e ragù! Allora urla un: "Basta! non se ne può più di queste trasmissioni mangerecce-goderecce e poi ci vogliono tutte magre!"

Addio maschera al collagene, con tutta questa agitazione scivola tra la Wanda e la Luisa bloccandosi in mezzo a loro scolando goccia a goccia lentamente sulla pancia e sulle mutande di Vittoria che continua a sbraitare... insomma, la maschera di bellezza è andata a farsi benedire e io mi sono salvata dalla lezione di trucco... meglio di così!